BRUMM - FERRARI - F1 158 N 6 12th GP ITALIA 1965 N.VACCARELLA

Scala: 1/43
Codice Carmodel: CAR51939
Codice produttore: R296-CH
Colore: RED
Materiale: die-cast
Anno: 1965
EAN: 8020677020769

Disponibilità: immediata
Iva Inc. 27.00
Tasso di cambio: *

Quando nel 1961 in Formula 1 furono introdotti i nuovi motori 1.5 litri, la Ferrari attraversò uno dei momenti più gloriosi di quell'epoca, facendo suo il titolo Piloti con l'americano Phil Hill e contemporaneamente quello riservato ai Costruttori. Eppure nelle due stagioni successive le vetture di Maranello non riuscirono a contrastare la concorrenza di BRM e Lotus. Nell'arco di un biennio la Casa di Maranello ottenne una sola vittoria con John Surtees, che nel '63 si impose sul circuito del Nürburgring. In quello stesso anno venne portata al debutto nella gara di Monza la 156 "aero", che altro non era se non un prototipo della Ferrari 158, poi realizzata dall'ingegnere Mauro Forghieri per ospitare al meglio il nuovo propulsore V8 90° di 1489,23 cm³. Il debutto della Ferrari 158, nel Gran Premio di Siracusa del '64 non valevole per il campionato del mondo, si tradusse in un primo e secondo posto, rispettivamente con Surtees e Lorenzo Bandini. Con questa macchina l'inglese conquistò poi altri due successi in quello stesso anno, nei Gran Premi di Germania e Italia. Ciò gli valse comunque l'iride per un sol punto di vantaggio su Graham Hill e otto nei confronti di Jim Clark e alla Ferrari il successo tra le marche. Decisivi gli ultimi appuntamenti degli Stati Uniti e del Messico, dove la vettura di Maranello sfoggio un'insolità livrea blu e bianca sotto le insegne del North American Racing Team. Una decisione che la Ferrari prese in segno di protesta nei confronti della federazione italiana per, i problemi avuti con l'omologazione della 250 LM.

Testo di David Tarallo

Aggiungi ai miei preferiti
* In base al gestore del pagamento i tassi di cambio possono variare, quindi il prezzo finale può essere diverso da quello mostrato. La valuta accettata per i pagamenti è solo l’Euro.